• The Cold Supermoon

Nell’antichità era piuttosto comune tracciare l’alternanza delle stagioni seguendo il calendario lunare. Per millenni, similmente a quanto fatto dalle tribù dei nativi d’America,  le popolazioni europee hanno chiamato i mesi dopo averli associati alle stagioni dell’Emisfero Boreale. Molti di questi nomi risultano simili o addirittura identici tra le due culture. Oggi il folklore americano utilizza molti di questi termini associandoli ai nomi della Luna piena. La “Luna fredda” si riferisce a dicembre, il mese in cui inizia la stagione invernale nell’Emisfero Boreale. Molti dei nomi delle lune degli antichi venivano associati alle basse temperature e al buio di questo mese. Il nome più comune era la “Luna Fredda” o la “Luna del freddo” o la “Luna della lunga notte”. Per gli Anglo-Sassoni era la Luna prima di Yule – antica celebrazione del solstizio invernale. La Luna piena di dicembre è anche chiamata la “Luna dell’Oca”, mentre una tradizione celtica la associa al lupo. Oggi il lupo invece è abbinato alla luna di gennaio. La fotografia ritrae l’alba della Luna piena più grande del 2017 mentre sorge prospetticamente a lato di uno dei più celebri elementi del paesaggio delle colline bolognesi: il bellissimo Santuario della “Madonna di San Luca”. E’ stato molto emozionante programmare ed eseguire questa ripresa fotografica sequenziale. A tal proposito ringrazio gli amici che direttamente o indirettamente hanno contribuito in tal senso!
  • Item #032018 – full range of photographic print sizes are available – order now
  • For using this image in media, websites, or publications please contact me
ORDER NOW
Contact

email: info@pierluigigiacobazzi.com
PEC: info@pec.pierluigigiacobazzi.com
mobile: 00 39 347 5489926
p. iva / vat number: 03683580363

Canale YouTube
ASI TV
Newsletter