Video del mese – “La Fabbrica delle Meraviglie”

Uno degli “esperimenti diurni” che consiglio sempre ai bambini, ma che ritengo possa “fare tanto bene” anche agli adulti, nonché una delle mie attività preferite, è osservare le nubi e in generale i colori del cielo. L’atmosfera del nostro pianeta infatti può essere considerata una vera e propria “fabbrica delle meraviglie”. Il primo ad accorgersene e a coniare questa straordinaria definizione, fu John Tindall. Noto fisico irlandese che nella metà dell’800 diede un notevole contributo al sapere scientifico dell’epoca. Tindall, tra le varie scoperte, oltre a essere il primo scienziato a dimostrare l’effetto serra, fu anche uno dei primi a capire l’importanza degli esperimenti pratici nell’insegnamento scolastico e in generale nella divulgazione della Fisica. A tal proposito, questo mese vi propongo un video che ho realizzato la scorsa estate in concomitanza di “Emozioni dal Cielo”, una exhibit video-fotografica dedicata proprio a questa enorme “fabbrica celeste”. Tutto questo mi ha permesso di creare un percorso narrativo di immagini e filmati con i quali parlare di osservazione e fotografia della volta celeste agli studenti, ai fotografi, ai curiosi e in generale agli appassionati di simili tematiche. Questo è il “secondo episodio” – “The Bearer – Il Messaggero” con il quale potrete osservare alcune meraviglie associate al colore e alla formazione delle nubi a diverse altitudini. E allora, mi raccomando… prestate attenzione al volume… non si sa mai 🙂 e… buona visione!
ps_ a tutti i fotografi… vi dico solo che le prime nubi, quelle con una marcata iridescenza… sono state riconosciute come volti dal software della mia macchina fotografica. Che sia “pareidolica” anche lei’? 🙂 Va beh… in ogni caso, questa è la dimostrazione definitiva che non sono solo io a vedere “strane forme” nel cielo! 🙂
Video link

Calendario degli “astro-eventi”
– 14 febbraio – “San Valentino: il Cielo degli Innamorati” – ore 21 e ore 23 – Modena

Udite udite… siamo giunti alla nona edizione dell’appuntamento più “romantico” in assoluto all’interno della cupola del Planetario di Modena. Anche quest’anno infatti osserveremo insieme le stelle di “San Valentino” associandole ad alcune leggende mitologiche d’amore. L’intera serata, come oramai da consuetudine, verrà sonorizzata da alcune sessioni “acustic-live” di Antonio “Rigo” Righetti. Vi aspetto Tutti, con la vostra dolce metà, per guidarvi tra le meraviglie del cielo di febbraio. E mi raccomando, preparate tanti desideri perché questa volta vi lascerò “accese” le stelle cadenti finché non li avrete espressi tutti! 🙂
Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

– 17 febbraio – “Osservo il cielo con mamma e papà” – ore 15:30 e ore 16:30 – Modena

Doppio imperdibile appuntamento domenicale dedicato ai bambini e in generale alle famiglie. All’osservazione guidata del cielo stellato all’interno della cupola del Planetario, seguirà un laboratorio con cui potrete divertirvi insieme ai vostri piccoli ad assemblare un cilindro proietta costellazioni. Preparatevi però… perché come accade piuttosto spesso – per l’enorme gioia di mamma e papà –  il lavoretto prenderà il posto della vostra amata abat-jour o ancor meglio diverrà il punto luce dei vostri bimbi! 🙂
Per maggiori informazioni, visita il seguente link.

– 23 febbraio – “Osserviamo il Cielo” – ore 17:30 – Castelnovo ne’ Monti (RE)

Secondo appuntamento presso uno degli “osservatori naturali” più belli in assoluto dell’intero pianeta Terra! Dopo aver introdotto l’orientamento notturno e i “disegni” del cielo stellato, continueremo con l’osservazione delle stelle e delle costellazioni che adornano le straordinarie notti della stagione invernale. Vi ricordo che l’evento prevede una prima parte teorica all’interno del “Rifugio della Pietra”, a cui seguirà una pratica, presso uno dei punti panoramici antistanti la meravigliosa Pietra di Bismantova. Evento per tutti, “grandi e piccini”! 🙂
ps_ se riuscite… condividete l’informazione con conoscenti e amici potenzialmente interessati… GRAZIE! 🙂
Per maggiori informazioni, visita il seguente link

Promemoria fotografico

– 02 febbraio – “Nascondino celeste” – ore 06:20

Uno degli eventi più attesi per chi si diletta di osservazione e fotografia lunare, sono le occultazioni. Non fatevi però ingannare da questo termine, mi raccomando! Spesso infatti è associato a eventi piuttosto negativi. Con questa connotazione celeste invece sarà possibile assistere a una delle occultazioni lunari più belle in assoluto. Il mese di febbraio inizia infatti con due fantastici “protagonisti”: la Luna oramai “vecchia” di 27 giorni e il pianeta Saturno che anticipa in questo periodo il levare del Sole. Avrete quindi già capito che il mese inizierà anche con una “astro-levataccia”. Che poi, in realtà, magari coincide con la vostra sveglia. In ogni caso, non perdete l’occasione di osservare e fotografare il pianeta Saturno che prospetticamente sarà oscurato dal nostro satellite naturale. Ricordatevi però che avrete a disposizione circa 15 minuti per assistere all’evento. Dopodiché, l’alba solare “concluderà” lo spettacolo. Siate pronti pertanto con un binocolo o munitevi di un potente teleobiettivo per fotografare o filmare questo bellissimo “nascondino celeste”! 🙂

– 19 febbraio – “La Luna della Neve” – ore 17:45

Associata al folklore americano, la Luna piena del mese di febbraio viene chiamata la “Luna della Neve”. Beh, e come non dargli ragione? Quest’anno si è fatta un po’ desiderare, ma al momento in cui vi sto scrivendo queste brevi note, la neve, almeno qui in collina, è presente! E allora martedì 19 febbraio, comodissimamente alle 17:45, non perdete l’alba lunare. Se avrete la fortuna di riprenderla in un ambiente innevato, lo spettacolo sarà garantito perché da una parte avrete il tramonto solare che vi colorerà tutto il paesaggio, mentre dall’altra parte la Luna diventata “piena” da quasi un’ora, sorgerà immersa nel colore rosa della Cinta di Venere. Preparatevi perché saranno minuti di puro incanto!

– 23 gennaio – “Scusi… per l’equatore celeste?” – ore 19:30

E se dividessimo la sfera celeste in due… come potremmo mai identificarne nel cielo il circolo massimo che “unisce” i due emisferi? Beh, c’è uno stratagemma… facile facile. Vi ricordate la costellazione del cacciatore Orione? Molto bene. Avete presente le 3 stelline che ne delineano la “cintura“? Ottimo! Allora considerate che la prima stella in alto a destra – per noi osservatori dell’emisfero boreale – o la prima in basso a sinistra, se osserverete questa costellazione a testa in giù o nell’emisfero australe, vi indica l’elevazione dell’equatore celeste al di sopra del vostro orizzonte. Per gli amanti della nomenclatura stellare, stiamo parlando della stella “Mintaka“. Se volete tradurre tutto questo in una comoda osservazione visuale, vi consiglio sabato 23 febbraio, alle ore 19:30 quando la costellazione del cacciatore Orione si troverà a transitare lungo il “meridiano celeste“. Magari lo potremo fare insieme! In ogni caso, buon divertimento e ricordate… ora avrete anche la risposta pronta a chi vi chiederà simili “indicazioni celesti”! 🙂

Proposte “educational”

Percorsi didattici, corsi fotografici, serate ed escursioni tematiche

Ricordo a tutti gli amici insegnanti, educatori o a chiunque voglia organizzare percorsi didattici o eventi con osservazione guidata del cielo diurno e notturno, che sono a vostra disposizione per personalizzare proposte formative di educazione ambientale dedicate a qualsiasi fascia di età. Lo stesso vale per privati, Associazioni o Enti Pubblici. Sarò felicissimo di poter collaborare con voi nel programmare serate di divulgazione scientifica astronomica.
A tal proposito, per il mese di febbraio, vi ricordo il secondo appuntamento con il progetto di educazione ambientale “Osserviamo il Cielo” – evento patrocinato dal Comune di Castelnovo ne’ Monti (RE).

Non esitate a contattarmi, sarà bello poter condividere con tutti quanti voi le meraviglie della volta celeste! info

Astro-saluti

Cari Amici, eccoci giunti a febbraio! E allora… com’è trascorso il primo mese del nuovo anno? Spero tutto al meglio! Per me è stato tempo di programmazione e soprattutto di “creazione”. Siate pronti pertanto perché il 2019 sarà un anno ricco di “astro-eventi”. E poi sono molto contento di essere riuscito a dare il via a “Osserviamo il Cielo“. Non vi dico l’emozione e allo stesso tempo la gioia di poter condividere le meraviglie presenti nel cielo diurno e notturno da un luogo così incantevole come quello della Pietra di Bismantova. Non vedo l’ora di potervi incontrare nuovamente da quelle parti o comunque in concomitanza di altri “astro-eventi“. Nel frattempo, la mia esortazione rimane sempre la stessa… “Non stancatevi mai di osservare e di emozionarvi davanti a un tramonto. Non stancatevi mai di osservare e sognare sotto un Cielo stellato! Non importa dove siate! L’importante è farlo perché penso che sia il tramonto che il Cielo stellato siano due delle poesie più belle che la Natura ci possa narrare tutti i giorni e tutte le notti”!
Pierluigi
ps1_ e continuiamo allora a svelare un altro “pezzettino” su come è nata questa sorta di “poesia”… vi ricordate? Eravamo giunti all’incontro degli incontri… (N.B. a chi leggesse solo ora questa “appendice” ricordo che gli “episodi precedenti” li potrete trovare al seguente link, riservato in esclusiva a voi cari Amici della newsletter!)
… scoprii così, con grande stupore, che la fanciulla oltre a essere grafica era anche fotografa. A questo punto mi venne spontaneo chiederle se avesse mai fotografato il cielo stellato. Nel frattempo, il ragazzino con lei, stufatosi delle chiacchiere, era già passato avanti nel percorso osservativo della piazza. Mi rispose che aveva provato a fotografare le stelle, ma con scarsi risultati e poi si avvicinò all’oculare del telescopio per iniziare a osservare la superficie lunare … “to be continued”…