Foto del mese – “The Morettas’ Lion – Il Leone delle Morette”

E dopo le “Super Lune” e la “Blue Moon”… ora è tempo di parlare di una delle costellazioni più brillanti che ha iniziato a scandire le nostre sere primaverili e pian pianino cederà il posto alle sue “colleghe estive” 🙂 Avete mai notato nel cielo stellato di questo periodo, subito dopo il tramonto, la presenza di una falcettina di stelle? O come qualcuno suggerisce… di un punto interrogativo al contrario? Sì, dai… ne sono certo! A chi non fosse ancora sicuro di quanto stia leggendo, lo invito a compiere questa osservazione: trovato l’asterismo del “Grande Carro“, basterà osservare al di sotto di questo noto “disegno celeste”… e il gioco sarà fatto! Avrete trovato questo enorme simbolo primaverile. Proprio davanti a voi, osservando in direzione sud. Ai più esperti invece propongo di usare i puntatori del “Grande Carro” al contrario. In pratica, invece di prolungarli verso la stella Polare, utilizzateli al contrario e seguendo questa direzione troverete… udite udite… la criniera di un Leone! 🙂
La “foto del mese” ritrae infatti la “costellazione guida” della stagione primaverile: il Leone. Per ricordare come identificarlo, vi ho unito le stelle principali e sovrapposto la figura mitologica del celebre astronomo Johannes Hevelius pubblicata nel suo atlante “Firmamentum Sobiescianum sive Uranographia”. Avete visto? Il “punto interrogativo” al contrario è diventato la testa di questo bellissimo animale! Sulla sinistra, osservando la fotografia, l’avrete già riconosciuto… vi è il simbolo della primavera, l’albero che più di tutti ci ricorda l’arrivo della stagione dei fiori, dei profumi. Eh sì… è proprio lui… il ciliegio! Ma non un ciliegio qualunque… è una delle specie più note e protette provenienti dall’area di Vignola (MO). L’albero che produce la varietà “Moretta”, tanto apprezzata in tutto il mondo! Da notare come i suoi fiori bianchi siano stati “colorati di arancino” – come dicono i bimbi – dall’inquinamento luminoso presente nel frutteto in cui ho realizzato la ripresa. A tal proposito, ringrazio il proprietario, Alan, per tutte le informazioni e in particolare per avermi permesso di riprendere parte dei suoi bellissimi alberi ultracentenari! Ora tocca a voi… divertitevi a identificare, osservare e fotografare il “Re della savana celeste”. 🙂
Photo-link

Calendario degli “astro-appuntamenti”

– 12 maggio – “Passeggiata stellare al Lago Calamone” – Ramiseto (RE)

Dopo la Pietra di Bismantova e il Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina, ecco un altro appuntamento di “star-trekking”. A chi volesse fare una bella passeggiata in un luogo incantevole dell’Appennino Reggiano, segnalo sabato 12 con partenza dell’escursione alle ore 17:00. Percorrendo un comodo sentiero raggiungeremo le sponde del lago Calamone, per poi immergerci nei colori, nei suoni e nei profumi di una bellissima faggeta. Osserveremo quindi il tramonto del Sole e terminato il crepuscolo astronomico ci divertiremo a osservare le costellazioni primaverili sotto uno dei cieli più belli e puri presenti alle appendici del monte Ventasso.

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

– 19 maggio – “Nessun dorma 2018” – ore 21 – Modena

E ci siamo… eccoci giunti all’ottava edizione della notte bianca della cultura a Modena. Anche quest’anno nel viale di ingresso che porta alla Palazzina dei Giardini Ducali – dietro l’Accademia Militare per intenderci – troverete un signore con i capelli rossi che vi illustrerà la volta celeste utilizzando applicazioni e un piccolo telescopio. Perdonatelo… in queste occasioni si lascia andare e diventa ancora più logorroico del solito… 🙂 Vi aspetto tutti, grandi e piccini!

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link

24 maggio – “Una sera al Planetario” – ore 21 – Modena

Giovedì sera 24 maggio l’appuntamento è all’interno della cupola del Planetario di Modena per una “astro-chiacchierata” dedicata alle costellazioni osservabili nel periodo della tarda primavera. Terminata questa prima parte, vi condurrò in visita guidata per i vari ambienti sino a giungere sulla terrazza-osservatorio da dove in caso di condizioni meteo favorevoli osserveremo il pianeta Giove al telescopio.

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

Promemoria fotografico

– 09 maggio – “Il Gigante in Opposizione” – ore 21

Martedì 9 maggio il pianeta Giove si troverà in opposizione rispetto al Sole. No, non pensate a cose strane… in astronomia per “opposizione” ci si riferisce ad una posizione orbitale per cui il pianeta in questione si trova, rispetto alla Terra, dalla parte opposta del Sole. In pratica il “gigante” del Sistema Solare sarà visibile per tutta la notte! E allora dalle 21 in poi osservatelo sorgere a sud-est e fotografatelo su elementi noti del paesaggio. Non sarà difficile identificarlo perché a quell’ora, guardando verso sud, avrete tre super astri luminosi: sulla vostra sinistra Giove e sulla vostra destra, in basso, la stella Sirio e ancora più a destra e più in alto sopra l’orizzonte, il pianeta Venere.

– 13 maggio – “Astro-sveglia con Mercurio e la Luna” – ore 05:15

Va bene, va bene… lo so… è un po’ prestino per una sveglia domenicale, ma nel caso, ricordo ai nottambuli o ai mattinieri, dipende dalle vostre abitudini 🙂 che il pianeta Mercurio e una sottile falcettina di Luna sorgeranno insieme poco prima del Sole. A questo punto toccherà a voi decidere se è giunta l’ora di andare a letto o di alzarsi e fare colazione… 🙂

– 26 maggio – “Una stella verde tra Marte e Saturno” – ore 02:15

Siete curiosi di osservare tre pianeti, la Luna e una cometa? Bene, allora sabato mattina 26 maggio, alle ore 2:15 sarà giunto il vostro momento! Guardando verso sud, da sinistra a destra, per i più bravi da oriente verso occidente, potrete scorgere nel cielo il pianeta Marte, il Pianeta Saturno, il brillantissimo Giove e una  luminosissima Luna calante. Qualora aveste un binocolo o meglio un telescopio, ricordatevi che a metà tra Marte e Saturno sarà possibile osservare la cometa “C/2016 M1 PANSTARRS”. Agli irriducibili della notte 🙂 consiglio di fotografarla alle 4:30 del mattino quando la Luna sarà tramontata e la cometa si troverà lungo il meridiano, a sud, con Saturno immerso nella via Lattea e Marte con il suo colore rosso a chiudere l’astro-meraviglia. Poi però andate a letto perché nel giro di una mezz’oretta comincerà ad albeggiare e qualcuno a casa si potrebbe iniziare a preoccupare… 🙂

– 29 aprile – “The Flowers Moon” – ore 20:40

E quale modo migliore di chiudere il mese di maggio se non fotografando l’alba della “Luna dei fiori”?  E allora preparatevi perché alle 20:40 ancor prima che il Sole sia tramontato, sorgerà la Luna piena di maggio. Approfittatene per fotografarla immersa nel colore rosa della “Cinta di Venere” e perché no, prospetticamente tra i fiori. Buon divertimento e mi raccomando… condividete con i vostri cari questi momenti di pura bellezza! 🙂

Proposte “educational”

– Percorsi didattici, corsi fotografici, serate ed escursioni tematiche

Ricordo a tutti gli amici insegnanti o a chiunque voglia organizzare percorsi didattici o eventi con osservazione guidata del cielo diurno e notturno, che sono a vostra completa disposizione per personalizzare proposte formative di educazione ambientale dedicate ai vostri studenti o collaborare con privati, Associazioni o Enti Pubblici per programmare serate di divulgazione scientifica astronomica.
A tal proposito, per il mese di maggio ricordo l’appuntamento di sabato 12 dedicato a una bellissima escursione in uno dei luoghi più incantevoli dell’Appennino Tosco-Emiliano.

Non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni! Sarà bello condividere con tutti quanti voi le meraviglie della volta celeste! info

Un “astro-saluto” a Tutti

Cari Amici, eccoci giunti nel bellissimo mese di maggio. Il mese delle rose, dei profumi, delle serate sempre più lunghe, delle lucciole, dell’Assiolo, del Cuculo e di tanti altri animali che complice il rialzo termico si sono svegliati e ci accompagnano lungo questo coloratissimo mese. E poi… udite udite… questo è anche il mese del mio compleanno… ebbene sì… ma non vi dirò mai né il giorno e tanto meno quante “orbite attorno al Sole” ho già compiuto! 🙂 Iniziano a essere comunque un discreto numero…
Grazie, grazie ancora una volta per esservi iscritti alla mia newsletter. Vi auguro uno mese super produttivo, in cui i vostri progetti, i vostri sogni possano prendere sempre più forma! Non vedo l’ora di incontrarvi durante i miei eventi pubblici! E’ sempre un piacere vedervi di persona. 🙂 Nel frattempo, la mia esortazione rimane sempre la stessa: “Non stancatevi mai di osservare e di emozionarvi davanti a un tramonto. Non stancatevi mai di osservare e sognare sotto un Cielo stellato! Non importa dove siate o con chi! L’importante è farlo perché penso che sia il tramonto che il Cielo stellato siano due delle poesie più belle che la Natura ci narri tutti i giorni e tutte le notti”!
Pierluigi
ps_ continuiamo allora a svelare quando è nata questa poesia… vediamo un po’… eravamo rimasti a… correva l’anno 2009… in concomitanza della mia primissima edizione delle “Notti Galileiane in piazza Grande”, si verificò qualcosa di davvero incredibile. Dopo una notte di pioggia e quindi dopo aver ospitato all’interno del Planetario la prima delle due serate previste dall’evento, eccomi in centro, nella piazza più bella e più grande della città. E’ sabato, tardo pomeriggio. Non mi par vero, dopo una notte e una giornata di pioggia, il cielo si è completamente rasserenato. Mostra un colore blu, indaco, fantastico. Una piccola e timida falcettina lunare vi si staglia per contrasto. Il clima è stranamente caldo, mite, quasi primaverile. Dopo circa una mezz’ora dall’inizio delle osservazioni pubbliche avviene l’incontro. La piazza sempre più gremita di persone diventa ancora più calda e accogliente, quasi un salotto. Le persone in coda per l’osservazione sono sempre più numerose, ma è talmente tanta la curiosità e la voglia di osservare il cielo che nessuno da segni di impazienza. Giovani, meno giovani, famiglie, gruppi di amici, persino un “senza tetto”, sono tutti in fila ad aspettare. E poi arriva lei. Il mio sguardo, un po’ preoccupato per la lunga serpentina di persone, si blocca all’improvviso su di lei. Una bellissima fanciulla…  “to be continued”…