Foto del mese – “The Cold Super-Moon – La Super-Luna fredda”

Nell’antichità era piuttosto comune tracciare l’alternanza delle stagioni seguendo il calendario lunare. Per millenni, analogamente a quanto fatto dalle tribù dei nativi d’America, le popolazioni europee hanno chiamato i mesi dopo averli associati alle stagioni dell’emisfero Boreale. Molti di questi nomi risultano simili o addirittura identici tra le due culture. Oggi il folklore americano utilizza molti di questi termini associandoli ai nomi della Luna piena. Una spiegazione plausibile è che i colonizzatori abbiano adottato molti dei nomi utilizzati dai nativi d’America, incorporandoli così nei calendari moderni. Tuttavia, sembra anche che la combinazione tra i nomi dei mesi dei nativi d’America, degli Anglo-Sassoni e delle popolazioni germaniche abbia contribuito all’origine dei nomi comunemente usati oggi per la Luna piena. Inoltre, alcuni anni, come ad esempio il 2018, hanno 13 lune piene dovute alla presenza di due lune piene all’interno dello stesso mese. Questo è il caso della “Blue Moon” di cui abbiamo parlato nella newsletter di gennaio.
Tornando alla “Luna fredda”, dicembre è il mese in cui inizia la stagione invernale nell’Emisfero Boreale. Molti dei nomi delle lune degli antichi venivano associati alle basse temperature e al buio di questo mese. Il nome più comune era la “Luna Fredda” o la “Luna del freddo” o la “Luna della lunga notte”. Per gli Anglo-Sassoni era la Luna prima di Yule – antica celebrazione del solstizio invernale. La Luna piena di dicembre è anche chiamata la “Luna dell’Oca”, mentre una tradizione celtica la associa al lupo. Oggi il lupo invece è abbinato alla luna di gennaio. Ma di questo ne parleremo la prossima newsletter 🙂
La “foto del mese” ritrae l’alba della Luna piena più grande del 2017 mentre sorge prospetticamente a lato di uno dei più celebri elementi del paesaggio delle colline bolognesi: il bellissimo Santuario della “Madonna di San Luca”. E’ stato molto emozionante programmare ed eseguire questa ripresa fotografica sequenziale. A tal proposito ringrazio gli amici che direttamente o indirettamente hanno contribuito in tal senso! 🙂
Photo-link

Calendario degli “astro-appuntamenti”

– 04 febbraio – “Al Planetario con mamma e papà” – Modena

Primo doppio appuntamento per tutti i piccoli esploratori spaziali! Insieme ai miei giovani ospiti ci divertiremo a parlare di stelle e costellazioni. Il pomeriggio terminerà con un bel laboratorio pratico dedicato alla costruzione di un cilindro-proiettore di costellazioni. Non è fantastico tutto ciò? 🙂

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

– 14 febbraio – “San Valentino: il Cielo degli Innamorati” – Modena

Mentre vi scrivo, questo appuntamento ha già fatto registrare il “sold-out” per la prima rappresentazione, quella delle ore 21! Ebbene sì, quest’anno, considerando le richieste e le tante persone rimaste in lista di attesa, sono state programmate due rappresentazioni. La seconda, quella con ancora qualche posto disponibile, è stata programmata alle ore 23. Io e Rigo vi aspettiamo con tante stelle e tanta musica per condividere l’ottava edizione della conferenza più romantica dell’anno! Come dico sempre, non perdete questa occasione per celebrare l’amore che vi unisce alla vostra dolce metà! O perché no, per dichiararvi sotto il cielo stellato del Planetario! Io e Rigo garantiremo per voi e se non basterà… lo diremo a San Valentino! 🙂

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

– 22 febbraio – “Una sera al Planetario” – Modena

Ecco un altro super-appuntamento all’interno del “Teatro degli Astri”. Osserveremo insieme le principali costellazioni invernali, vi accompagnerò nei vari ambienti del Planetario e in caso di condizioni meteo favorevoli termineremo il nostro incontro con osservazioni e tante “astro-chiacchiere” dalla terrazza-osservatorio. Ore 21.00, mi raccomando! L’appuntamento è adatto a tutti, grandi e piccini 🙂

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

– 23 febbraio – “M’illumino di meno” – Castelvetro (MO)

E non poteva mancare il mio contributo a “M’illumino di meno“, una delle “eco-feste” più importanti dell’anno! Vi aspetto venerdì 23 febbraio nella “Sala Consiliare” del Comune di Castelvetro (MO). Parleremo di inquinamento luminoso e ovviamente di tutto quanto è possibile osservare nel cielo durante la stagione invernale. A seguire è prevista l’osservazione con e senza telescopio dalla bellissima e centralissima piazza della Dama. L’appuntamento è adatto a tutti, grandi e piccini 🙂

Per maggiori informazioni sul programma, visita il seguente link.

– 25 febbraio – “Al Planetario con mamma e papà” – Modena

Secondo e ultimo appuntamento del mese di febbraio dedicato ai piccoli esploratori spaziali! A bordo dell’Astronave-Planetario “voleremo” tra stelle e costellazioni e ci divertiremo a costruire un super-cilindro-proietta costellazioni! Mi raccomando, prenotate per tempo perché i posti sono limitati!

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link.

Promemoria fotografico

– 10 febbraio – “Un’Astronave sopra la testa” – ore 18:15

Allora allora… sentite che astro-esperimento social vi propongo… sabato 10 febbraio recatevi alle 18:00 nella piazza più grande della vostra città o del vostro paese. Fermate tutti i passanti e insieme a loro, alle 18.15, osservare tutti esattamente sopra la vostra testa. Oltre a un esercizio di “stretching cervicale”…  potrete fare osservare a tutti i presenti la Stazione Spaziale Internazionale che luminosissima attraverserà il cielo, esattamente al vostro zenit. Mi raccomando, non dimenticate di fare un selfie di gruppo e di condividerlo… magari anche con me! 🙂

– 11 febbraio – “La Luna incontra il Signore degli Anelli” – ore 06:00

Ecco la prima “astro-sveglia” del mese! Precisi precisi, alle ore 6, fate colazione con La Luna e il pianeta Saturno difronte a voi. Nella “pre-alba” infatti di domenica 11 febbraio, la Luna incontrerà prospetticamente il pianeta più “elegante” del Sistema Solare. Dalla vostra casa o ben coperti in un sito che lo consenta, trovate un orizzonte fotograficamente interessante e compreso tra i punti cardinali est e sud e divertitevi a unire i due protagonisti celesti con il vostro paesaggio. Se farete tutto questo dalle ore 6:30 in poi, i colori del crepuscolo vi aiuteranno a dipingere un altro momento di maestosa bellezza!

– 12 febbraio – “La Luna, tre pianeti e una Super-Gigante-Rossa” – ore 06:00

“Devo andare… devo andare… devo andare… no… non ho sonno… no… non ho sonno… sarà bellissimo… sarà bellissimo…” 🙂 questo potrebbe essere il vostro “mantra” per non perdere una seconda strepitosa colazione stellare. Dalle 6 sino alle prime luci dell’alba potrete infatti osservare e fotografare… udite udite: una sottile falcettina di luna oramai “vecchia” (illuminata all’11% dal Sole), il pianeta Saturno, il pianeta Marte con al disotto il suo “rivale” Antares sino al gigante del sistema Solare, il pianeta Giove. Non male eh come “quadretto”? Mi raccomando, copritevi bene e con una ripresa grandangolare, singola o panoramica, riprendete l’orizzonte sud-est con al di sopra tutte queste meraviglie! 🙂

– 17 febbraio – “Bellezze al tramonto” – ore 18:15

Avete mai osservato la Luna illuminata dal Sole del solo 3%? Se la risposta è no, questa è la vostra occasione per osservare uno degli spettacoli più belli che il tramonto possa offrirci. E’ sabato pomeriggio, non avete scuse 🙂 Osservate il ridiscendere del Sole sull’orizzonte occidentale dalle 17:30 in poi. Divertitevi pertanto a riconoscere l’ombra del pianeta Terra, la Cinta di Venere e il susseguirsi di tutti i colori del crepuscolo civile. Poi, mi raccomando, dalle 18:15 iniziate a fotografare la Luna. Alle 18:30 avrete le migliori condizioni di illuminazione per immortalare anche la luce cinerea, ovvero la parte della superficie lunare non illuminata dal Sole, ma dal nostro pianeta! Buon divertimento! 🙂

Proposte “educational”

– Percorsi didattici, corsi fotografici e serate tematiche

Ricordo a tutti gli amici insegnanti o a chiunque voglia organizzare percorsi didattici o eventi con osservazione guidata del cielo diurno e notturno, che sono a vostra completa disposizione per personalizzare proposte formative di educazione ambientale dedicate ai vostri studenti o collaborare con privati, Associazioni o Enti Pubblici per programmare serate di divulgazione scientifica astronomica.
Ricordo infine a tutti i fotografi di Parma e dintorni che sono aperte le iscrizioni al “Secondo Corso di Sky Photography”

Non esitate a contattarmi per ulteriori informazioni! Sarà bello condividere con tutti quanti voi le meraviglie della volta celeste! info

Un “astro-saluto” a Tutti

Cari Amici, ma come… è già finito gennaio? Non me ne sono quasi accorto!!!
Mentre vi scrivo questi saluti sono circondato dalla neve, tanta neve, illuminata da un Sole che si è appena svegliato e basso sull’orizzonte inizia a colorare le valli che mi circondano. Il profilo delle colline di fronte a quella in cui mi trovo a vivere da qualche mese a questa parte, risulta così ancora più bello! Anche gli animali selvatici sembrano gradire questo momento e anzi, la loro presenza, esaltata dal contrasto dei colori, rende l’atmosfera ancora più “incantata”!
Tutto questo per dirvi grazie! Grazie di cuore e ancora una volta per esservi iscritti alla mia newsletter. Non vedo l’ora di potervi incontrare nuovamente di persona durante i miei eventi pubblici! 🙂 Nel frattempo, la mia esortazione rimane sempre la stessa: “Non stancatevi mai di osservare e di emozionarvi davanti a un tramonto. Non stancatevi mai di osservare e sognare sotto un Cielo stellato! Non importa dove siate o con chi! L’importante è farlo perché penso che sia il tramonto che il Cielo stellato siano due delle poesie più belle che la Natura ci regala tutti i giorni e tutte le notti”!
Pierluigi
ps_ continuiamo allora a svelare quando è nata questa poesia… vediamo un po’… eravamo rimasti a… correva l’anno 2009… in concomitanza della mia primissima edizione delle “Notti Galileiane in piazza Grande”, si verificò qualcosa di davvero incredibile. Dopo una notte di pioggia e quindi dopo aver ospitato all’interno del Planetario la prima delle due serate previste dall’evento, eccomi in centro, nella piazza più bella e più grande della città. E’ sabato, tardo pomeriggio. Non mi par vero, dopo una notte e una giornata di pioggia, il cielo si è completamente rasserenato. Mostra un colore blu, indaco, fantastico. Una piccola e timida falcettina lunare vi si staglia per contrasto. Il clima è stranamente caldo, mite, quasi primaverile. Dopo circa una mezz’ora dall’inizio delle osservazioni pubbliche avviene l’incontro. La piazza sempre più gremita di persone diventa ancora più calda e accogliente, quasi un salotto… “to be continued”…