Foto del mese – “Sharing the Heaven

L’isola di La Palma – nell’arcipelago delle Canarie, Spagna – è in assoluto uno dei tre siti mondiali che più si addice alle osservazioni e alla ricerca di tipo astronomico, sia a livello professionale che amatoriale. Personalmente, a tutti gli amanti del cielo stellato, consiglio vivamente di recarsi, almeno una volta, in questo paradiso terrestre. La sua posizione, ad appena 590 km a nord dei tropici, fa si che che per la maggior parte dell’anno il vento soffi da nord-est, raggiungendo così l’isola dopo aver percorso migliaia di chilometri di oceano. Una volta raggiunta la terra, spinto in sù, si raffredda. Questo tragitto genera la formazione di umidità e di conseguenza di nuvole tra i 1.200 e i 1.800 metri, ovvero, ben al di sotto della quota dove sono stati edificati gli osservatori astronomici di Roque de los Muchachos (S.M. Crosby 2012). Pertanto, per la massima parte dell’anno, portandosi sulla sommità dell’isola e guardando in giù, si può scorgere un mare di nuvole, mentre, rivolgendo lo sguardo all’insù si può osservare un cielo blu perfetto. Le polveri e l’inquinamento rimangono infatti anch’essi intrappolati nelle nuvole generando un’aria pulita e molto secca. La fotografia è stata acquisita durante una spedizione astrofotografica sulla cima della caldera di Taburiente. Da qui, con il mio amico e collega Miguel Claro, ho potuto condividere ed osservare ancora una volta il paradiso celeste!
Photo-link

Calendario degli “astro-appuntamenti”
– 05 giugno – “La Cosmologia Ciclica Conforme spiegata ad un contenitore vuoto
” – Bologna

Lunedì sera 5 giugno, in occasione della giornata mondiale dell’Ambiente, nella bellissima piazza Maggiore verrà proiettato il cortometraggio di Enrico Mazzi in cui la teoria scientifica della “Cosmologia Ciclica Conforme” viene applicata al tema del riciclo dei materiali. Il filmato, in cui sono protagonista, verrà presentato ufficialmente nell’intervallo del concerto di Ezio Bosso che, a sua volta, darà il via al programma di #All4thegreen – la manifestazione dedicata ai temi della sostenibilità che per una settimana, nel quadro dei lavori del G7, farà di Bologna la capitale mondiale dell’ambiente.
Vi aspetto tutti in piazza! 🙂
Per maggiori info

– 09 giugno – “Medici Senza Frontiere sotto le stelle” – Modena

Venerdì sera 9 giugno, alle ore 21, l’astronave del Planetario di Modena ospiterà Medici Senza Frontiere – gruppo di Bologna. La serata di beneficenza prevederà due parti: la prima in Aula Magna dove rappresentanti di MSF introdurranno le loro attività sia locali che mondiali. Seguirà una seconda parte, nella cupola del Planetario, dove il sottoscritto, unitamente ad un operatore umanitario, porterà i presenti sotto i cieli stellati, teatri delle operazioni MSF. Il tutto sarà sonorizzato da Alberto Busi con una sessione acustica dal vivo. L’intero incasso verrà devoluto a MSF onlus. Vietatissimo mancare! 🙂
Per maggiori informazioni puoi guardare il seguente video

– 17 giugno – “Workshop di Astrofotografia di paesaggio” – Canossa (RE)

Sono molto contento ed onorato che dalla collaborazione con l’Associazione “Terre di Canossa”, il Comune di Canossa e il Centro Turistico “Andare a Canossa” sia nato questo primo workshop dedicato alla ripresa del cielo notturno. Non perdetevi questo pomeriggio e questa notte per imparare a fotografare le stelle da uno dei più incantevoli paesaggi dell’Appennino Reggiano! Per maggiori informazioni e iscrizioni, visita il seguente link

– 24 giugno – “A Day with Damian Peach” – Bologna

Per la prima volta in Italia, uno dei massimi esperti mondiali di astrofotografia sarà docente del mio workshop dedicato alla ripresa planetaria in alta definizione. L’evento sarà ospitato nel bellissimo Aemilia Hotel di Bologna dove Damian Peach per un’intera giornata condividerà le tecniche di ripresa ed elaborazione delle immagini che lo hanno reso famoso su tutto il pianeta Terra!
Per maggiori info
PS_questa volta mi sa che ho esagerato… 🙂

– 29 giugno – “Gli strumenti per l’osservazione del cielo” – Modena

Qual è lo strumento più adatto per iniziare ad osservare il cielo? Quali sono i tipi principali di telescopi e per quale utilizzo sono più adatti? E’ meglio un binocolo o un telescopio? Quali sono i software e le applicazioni più utilizzate ai fini delle osservazioni astronomiche? Queste sono solo alcune delle domande-tema della serata programmata al Planetario. Oltre a mostrarvi le principali costellazioni del periodo estivo, ci divertiremo insieme a testare alcuni diversi tipi di telescopi sia puntando la Luna che i pianeti Giove e Saturno. Serata da non perdere, dedicata a tutti gli aspiranti osservatori del cielo stellato!
Per maggiori informazioni e prenotazioni, visita il seguente link

Promemoria fotografico

– 09 giugno  – “La Luna di fragola”

La “Luna di fragola”??? Sì… avete letto bene… NO… non è un errore 🙂 La “Strawberry Moon” è la luna piena di giugno, o perlomeno, in accordo con il folclore americano, ovvero, quando le fragole sono mature. Non perdetevi allora l’alba – o il tramonto… dipende dai gusti – della Luna piena di questo mese. A chi volesse fotografare la “super fragola celeste”, ricordo che si possono calcolare con estrema precisione sia l’orario che l’azimut in direzione del quale sorgerà o tramonterà il nostro satellite naturale. Ad esempio, TPE o PhotoPills sono due delle applicazioni che maggiormente uso in tal senso. Non avete scuse! Considerate poi che il tutto avverrà dal tramonto di venerdì sera sino all’alba di sabato mattina… pertanto, con un buon gelato o un buon cappuccino, non perdetevi questo incantevole e colorato spettacolo di madre Natura!

– 15 giugno  – “Il Signore degli Anelli al suo massimo splendore”

Sono le 22:30… è appena terminato il crepuscolo astronomico… probabilmente siamo riusciti anche a cenare :-)… e allora perché non osservare il pianeta Saturno, luminosissimo e da poco sorto sull’orizzonte orientale? Mi raccomando, osservate bene… c’è anche un’altra stellina… di poco alla sua destra… è Antares… il cuore dello Scorpione! Non basta per incuriosirvi? E se vi dicessi che osservando poco sotto Saturno equivale ad osservare in direzione del centro della nostra galassia? Non basta ancora… e se aggiungessi che in quel settore celeste risiede un buco-nero-super-massiccio di nome “Sagittarius A”? Ecco… lo sapevo… solo con certi “mostri” vi incuriosite! A chi volesse approfondire l’argomento, consiglio di visitare il seguente link. In attesa di vedere le prime immagini del buco nero, godiamoci lo spettacolo di Saturno e se siamo così fortunati da possedere un piccolo telescopio, non dimentichiamo di mostrare ai più piccini la bellezza del sistema dei suoi anelli!

– 21 giugno  – “La Luna e Venere nel preludio estivo” 

SUPER congiunzione celeste tra la Luna e il pianeta Venere! Nelle prime luci dell’alba del giorno più lungo dell’anno, il nostro satellite illuminato solo al 13% si troverà al di sotto del brillantissimo Venere. Questo sarà il preludio celeste al solstizio estivo! Siate pronti con la vostra macchina fotografica e un obiettivo grandangolare e dalle 4 alle 5 potrete immortalare questo bellissimo “preludio estivo” che… se saremo fortunati… potrà essere impreziosito dalla scia luminosa di qualche Arietide! 🙂

– 21 giugno – “Il Sole più alto dell’anno”

E finalmente ci siamo!!! L’estate è ufficialmente iniziata, o almeno… da calendario 🙂 E’ ora di terminare – o eventualmente iniziare – le vostre “solargraphy”… riprendere o posizionare le vostre lattine, i vostri porta rullini! Chi non sapesse a cosa mi sto riferendo, può approfondire questa tecnica analogica di fotografia solare, al seguente link
Ricordatevi che oggi il Sole si “ferma” nel cielo e che da domani tornerà indietro… sorgerà in un punto sempre più spostato verso sud e raggiungerà un’altezza via via sempre più bassa sopra l’orizzonte. Per sapere sino a quando si fermerà nuovamente basterà attendere il “Sole più basso dell’anno”… appuntamento a dicembre! 🙂

Un “astro-saluto” a Tutti

Cari Amici, nell’augurarvi un buon inizio di estate, vi ringrazio per aver letto i miei “astro-appunti”! 🙂 Non dimenticatevi di condividerli con chi vuole osservare e fotografare il Cielo. Spero di incontravi presto in uno dei miei eventi pubblici! 🙂 Nel frattempo… indovinate un po’… vi saluto con la mia consueta esortazione:
“Non stancatevi mai di osservare e di emozionarvi davanti a un tramonto. Non stancatevi mai di osservare e sognare sotto un Cielo stellato! Non importa dove siate e con chi! L’importante è farlo perché penso che sia il tramonto che il Cielo stellato siano due delle poesie più belle che la Natura ci regala tutti i giorni e tutte le notti”!
Pierluigi
ps_ continuiamo allora a svelare quando è nata questa poesia… vediamo un po’… eravamo rimasti a… correva l’anno 2009… in concomitanza della mia primissima edizione delle “Notti Galileiane in piazza Grande”, si verificò qualcosa di davvero incredibile… dopo una notte di pioggia e quindi dopo aver ospitato all’interno del Planetario la prima delle due serate previste dall’evento… eccomi in piazza Grande… è sabato, tardo pomeriggio… “to be continued”…  🙂